Passa ai contenuti principali

Post

Post in evidenza

Consapevolezza della Vacuità

Si parla spesso, nel nostro ambiente, di "consapevolezza" ( awareness )  e sembra di capire che ci vuole un percorso di pratica e di studio per ottenerla. A chi non si occupa di Yoga ecc. la cosa parrà strano, perchè letteralmente la consapevolezza è la "conoscenza degli stimoli percettivi e della risposta che diamo a tali stimoli", per cui, sempre letteralmente, solo chi è incosciente dovrebbe essere completamente inconsapevole., per cui ad occhio, la consapevolezza di cui si parla nel nostro ambiente deve essere una cosa diversa.  A volte, nei corsi di Yoga e meditazione, si insegna ad essere "consapevoli" del respiro, dei propri passi, o dell'origine dei nostri pensieri o della fonte delle nostre emozioni, ma sarà quello che intendevano - con parole diverse che noi rendiamo con consapevolezza - Buddha, Lao tzu o Shankara? Probabilmente, soprattutto il Buddha, questi antichi meditanti parlavano di " consapevolezza della vacuità" un qualcosa
Post recenti

Nessun Guru, Nessun Maestro, Solo Amore. Riflessione sulle Maschere

Ma quanto ci prendiamo sul serio noi insegnanti di Yoga? Basta fare un giro sui social per trovare discussioni accesissime sui massimi sistemi, con difese a spada tratta di questa o quella scuola, di questo o quell'insegnamento, sul rispetto o meno degli insegnamenti dei Veda che la maggior parte di noi  non ha mai letto neppure in forma di Bignami. Bastano un corso di 250 ore, una vacanza di un mese in un ashram indiano o un seminario con un monaco buddhista per sentirci autorizzati a spargere ovunque il verbo della vera ricerca del Sé, della legge eterna del Dharma o della giusta via per uscire dalla catena delle rinascite.  Siamo diventati tutti grandi filosofi e grandi iniziati e, se qualcuno mette in discussione le nostre " competenze " ci irritiamo e, indossando il sorrisino buddhico di circostanza, cerchiamo la maniera migliore per distruggere l'interlocutore tacciandolo, più o meno velatamente, di "orgoglio spirituale", "egotismo" o "i

Il Diagramma del Sole e la Meditazione della Tigre e del Dragone

  In Cina  ha molto importanza un  quadrato magico, detto il "Diagramma dei dodici soli" . Il Diagramma dei dodici soli è legato alla cosiddetta " Circumambulazione del Ming Tang ", un rito  col quale  l'imperatore, ad ogni autunno, dava inizio al "ciclo annuale" . Il Diagramma dei dodici soli per i taoisti nasconde anche   le istruzioni  di una tecnica di alchimia interiore C'è un metodo , descritto in un testo del 1.600 (lo " XINGMING GUIZHI ") per accumulare e reindirizzare l'energia ( ch'i) a partire dal tan Tien inferiore (corrispondente più o meno al II  cakra dello Yoga), un metodo che viene  definito  " la Tigre ed il Dragone ".  All'inizio guidare il soffio (CH'I) mediante il pensiero e farlo ruotare a spirale dal centro all'esterno, dal piccolo al grande, recitando mentalmente la formula dei 12 caratteri: " La Tigre Bianca è nascosta ad Est, il Dragone Verde dorme ad Ovest"  . Recitare

Microrespirazione e Piccolo Circuito Celeste (alla Ricerca del Ki)

  È  grazie alla  micro-respirazione   che ho imparato, negli anni a mandare (o a convincere il cervello che sia possibile mandare, il che in un certo senso è lo stesso) la respirazione in ogni parte del corpo, riducendo man mano la superficie delle zone su cui mi porto l'attenzione.  La chiamo micro-respirazione perché dall'esterno sembra che non vi sia nessun tipo di movimento. Vediamo di capire di cosa si tratta: Cominciamo con il dire che, secondo i miei istruttori  cinesi  e giapponesi, se durante gli esercizi di respirazione si appoggiasse alle narici una piuma, questa non dovrebbe muoversi né in basso né in alto. Pratica: 1. Da seduti o in piedi, in una posizione comoda, cominciamo  a massaggiare delicatamente il plesso solare con le dita e il palmo della mano destra, prima in senso orario poi in senso antiorario.  2. Quando si avverte un pochino di calore, si porta l'attenzione sulla respirazione mantenendo la mano destra sul plesso solare.  3. Inspirando immagino

La Gabbia Dorata - Le Insidie della Ricerca del Sé

  “La filosofia mozzerà le ali dell’angelo” (John Keats)     È un dio annichilito, l'uomo.  O un angelo caduto.  L'ho letto un sacco di volte, l'ho anche scritto, mi pare.  A volte si crede di sentirle le ali.  O magari si sentono davvero, p roprio lì, tra la schiena e le spalle, nel triangolo misterioso delle scapole.  Sono strane ossa le scapole: s embrano slegate dallo scheletro, saranno tracce di un passato da pennuti? Chissà.  A volte nel muoverle si alzano verso l'alto e pare di sentire un frusciare, come di seta; v iene voglia di voltarsi, ma ci si ripensa.  Meglio di no. Si trova un muro contro sole o un lampione che bagna di luce la strada della notte, si chiudono gli occhi e poi piano piano, con la lentezza ipocrita dei ragazzini che scartano i regali sotto l'albero, li si riapre.  Quasi sempre l'ombra ci rassicura, niente piume e penne ad impreziosire la schiena. In fondo è quello che desideriamo, ché sarebbe un bel problema andare in giro con

ADVAITA VEDANTA - MEDITAZIONE SU "TU SEI QUELLO" E "IO SONO BRAHMAN"

  Materiale didattico del Corso di Formazione Yoga Citra - Settembre 2022 1. Meditazione sul Tat Tvam Asi Tat Tvam Asi è un mahāvākya ( महावाक्य ) , o “grande detto” ; i mahāvākya sono aforismi tratti dalle scritture, che postulano l'identità essenziale tra l'individuo e l'Assoluto. Tradizionalmente si riconoscono quattro mahāvākya : 1.       “ prajñānam brahma ”, “la coscienza/conoscenza è il Brahman”, tratto dall' Aitareya Upani ṣ ad del Ṛ g Veda ; 2.       “ ayam ātmā brahma ”, “il Sé è il Brahman” tratto dalla Mā ṇḍ ū kya Upani ṣ ad dell'A tharva Veda; 3.       “ tat tvam asi ”, “tu sei quello”, tratto dalla Chāndogya Upani ṣ ad del Sama Veda ; 4.       “ aham brahmāsmi ”, “io sono il Brahman, tratto dalla B ṛ had ā ra ṇ yaka Upani ṣ ad dello Śukla Yajur Veda . Ogni sentenza è suddivisa in tre parti o पदार्थ   padārtha , che significa sostanza, oggetto del pensiero, ed innanzitutto il praticante dovrà praticare “l’investigazione” - विचार